Chi è Rancore: Biografia, Età e Vero Nome, Canzone Sanremo 2020

Tarek Iurcich, conosciuto come Rancore è un rapper italiano, che si definisce “rapper ermetico”. Rancore è in attività dal 2004,con molti consensi dalla critica specializzata, che lo ha definito come uno dei migliori rapper della scena italiana. Tra qualche giorno, inoltre, calcherà il palco di Sanremo 2020 per concorrere nella gara canora condotta da Amadeus.

Chi è Rancore?

  • Nome: Tarek Iurcich
  • Data di nascita: 19 Luglio 1989 
  • Età: 31 Anni. 
  • Segno zodiacale:  Cancro 
  • Professione:  Cantante 
  • Luogo di nascita: Roma 
  • Altezza:  
  • Peso: 
  • Tatuaggi: Il rapper non ha tatuaggi.
  • Profilo Instagram ufficiale:  @rancore_official
  • Seguici sul nostro profilo Instagram ufficiale: @chiecosa.it

Biografia

Tarek Iurcich, meglio conosciuto come Rancore, nasce a Roma il 19 Luglio del 1989 sotto il segno zodiacale del cancro. Rancore ha radici multietniche, la madre è egiziana mentre il padre è croato. Tarek trascorre la sua infanzia a Roma, sua città natale, più precisamente presso il quartiere Tufello, periferia nord della città eterna. Qui conosce molti ragazzi con cui si appassiona al mondo della musica. Rancore infatti si affaccia sulla scena musicale nelle strade della capitale facendo freestyle, il suo talento strega moltissimi suoi coetanei e molti artisti della nuova e vecchia scuola. In questo periodo si sta parlando molto di lui in virtù della sua partecipazione alla settantesima edizione del Festival di Sanremo. Questa edizione vede come protagonisti più rapper, Rancore infatti non è l’unico rapper a salire sul palco dell’Ariston è prevista anche la partecipazione di Junior Cally altro rapper proveniente da Roma. La presenza di rapper al festival della musica è sintomatico di come i gusti musicali, a livello sociale, stiano mutando. 

Che lavoro fa?

Rancore è un rapper di Roma molto conosciuto per i suoi Freestyle e per le sue canzoni non commerciali. Il rapper infatti fa parte di quella che possiamo definire “vecchia scuola” il suo stile non risente delle “mode del momento” ciò che si vuole dire è che Rancore è un artista con un proprio stile e una propria ideologia ben precisa. Attualmente Rancore è uno degli artisti più conosciuti e talentuosi della scena rap italiana. Non a caso sarà uno degli artisti che si esibirà sul fantastico palcoscenico dell’Ariston a Febbraio. Ad essere precisi l’artista romano si è già esibito sul palco dell’Ariston nel 2019 duettando con Daniele Silvestri nella canzone Argentovivo. 

Sanremo 2020

Il rapper di Roma è uno rientra tra artisti che si esibiranno sul magico palcoscenico del Festival di Sanremo cantando il suo inedito “Eden”. Il cantante ha di recente dichiarato che la suddetta canzone lo rappresenta al 100%, è una sorta di gioco di concetti e labirinti retorici su base metrica. Inoltre il rapper ha rivelato anche alcuni dettagli sul brano, il termine Eden riporta immediatamente alla storia che noi tutti conosciamo cioè la mela e il famigerato paradiso terrestre. L’artista invita le nuove e le vecchie generazioni a riflettere sulle proprie scelte lanciando una domanda di sottofondo “Che cosa sceglieranno di fare gli esseri umani?”. Per quanto concerne la serata delle cover, Rancore si esibirà con il brano di Elisa “Luce”. Brano sicuramente molto impegnativo e forse distante dal mondo del rap, Rancore però ha sottolineato che considera particolarmente bella la canzone della cantante.  Con lui saliranno sul palco La Rappresentante di Lista e Dardust.

Testo Eden

Questo è un codice, codice
Senti alla fine è solo un codice, codice
Senti le rime è solo un codice, codice
Su queste linee solo un codice
L’11 settembre ti ho riconosciuto
Tu quando dici, grande mela è un codice muto
Tu vuoi nemici, sempre, se la strega è in Iraq
Biancaneve è con i sette nani e dorme in Siria
Passo ma non chiudo!
Cosa ci hai venduto?
Quella mela che è caduta in testa ad Isaac Newton
Rotolando sopra un iPad oro
Per la nuova era
Giù nel sottosuolo o dopo l’atmosfera
Stacca, mordi, spacca, separa
Amati, copriti, carica, spara
Stacca, mordi, spacca, separa
Amati
Carica
Noi stacchiamo la coscienza e mordiamo la terra
Tanto siamo sempre ospiti in qualunque nazione
Chi si limita alla logica è vero che dopo libera la vipera alla base del melo
Che vuole…
Quante favole racconti che sappiamo già tutti
Ogni mela che regali porta un’intuizione
Nonostante questa mela è in mezzo ai falsi frutti è una finzione
E ora il pianeta terra chiama destinazione
Nuovo aggiornamento, nuova simulazione
Nuovo aggiornamento, nuova simulazione
Come l’Eden
Come l’Eden
Come l’Eden, prima del ‘ta ta ta’
Come prima quando tutto era unito
Mentre ora cammino in questo mondo proibito
Come l’Eden
Come l’Eden
Come l’Eden, prima del ‘ta ta ta’
Quando il cielo era infinito
Quando c’era la festa e non serviva l’invito
Dov’è lei? Ora, dov’è lei?
Se ogni scelta crea ciò che siamo
Che faremo della mela attaccata al ramo?
Dimmi chi è la più bella allora dai, giù il nome
Mentre Paride si aggira tra gli dei ansiosi
Quante mele d’oro nei giardini di Giunone
Le parole in bocca come mele dei mafiosi
E per mia nonna ti giuro
Che ha conosciuto il digiuno
È il rimedio più sicuro
E toglierà il dottore in futuro
Il calcolatore si è evoluto
Il muro è caduto
Un inventore muore nella mela che morde c’era il cianuro
Questo è un codice, codice
Senti alla fine è solo un codice, codice
Senti le rime
E dopo
Stacca, mordi, spacca, separa
Amati, copriti, carica
Ancora
L’uomo è dipinto nella tela
Ma non vedi il suo volto è coperto da una mela
Si, solo di favole ora mi meraviglio
Vola
La freccia vola
Ma la mela è la stessa
Che resta in equilibrio
In testa ad ogni figlio
Come l’Eden
Come l’Eden
Come l’Eden, prima del ‘ta ta ta’
Come prima quando tutto era unito
Mentre ora cammino in questo mondo proibito
Come l’Eden
Come l’Eden
Come l’Eden, prima del ‘ta ta ta’
Quando il cielo era infinito
Quando c’era la festa e non serviva l’invito
E se potessi parlare con lei da solo cosa le direi
Di dimenticare quel frastuono
Tra gli errori suoi
E gli errori miei
E guardare avanti senza l’ansia di una gara
Camminare insieme sotto questa luce chiara
Mentre gridano
Guarda, stacca, mordi, spacca, separa
Amati, copriti, carica, spara
Amati, copriti, carica
‘Ta ta ta’
Come prima quando tutto era unito
Mentre ora cammino in questo mondo proibito
Come l’Eden
Come l’Eden
Come l’Eden, prima del ‘ta ta ta’
Quando il cielo era infinito
Quando c’era la festa e non serviva l’invito
Dov’è lei?
Ora, dov’è lei?
Se ogni scelta crea ciò che siamo
Che faremo della mela attaccata al ramo?
Se tu fossi qui
Cosa ti direi
C’è una regola
Sola
Nel regno umano
Non guardare mai giù se precipitiamo
Se precipitiamo

Vita privata 

Per quanto concerne la vita sentimentale del rapper di Roma, non si hanno tante informazioni, Rancore infatti sulla tematica è molto riservato. Nemmeno i profili social, Instagram o Facebook contengono indizi su presunte relazioni. In un’intervista però, rilasciata a Hotmc, ha dichiarato:”Scherzi a parte, se qualcuno volesse davvero sapere qualcosa della nostra esistenza quotidiana, basta ascoltare il disco: è tutto lì dentro». È possibile che il cantante abbia seminato qualche indizio nelle proprie canzoni. 

Video di Rancore

Curiosità 

  • Il suo Pseudonimo simboleggia il sentimento che caratterizza il rap, una sorta di rabbia non espressa ma che accomuna tutti i rapper. 
  • Prima di farsi conoscere con il nome di Rancore, il rapper era conosciuto a Roma con il nome “Lirike Taglienti”.
  • Ha raccontato che in casa non possiede una televisione, tempo fa ne possedeva una ma con il tempo si è rotta e non ha avuto mai l’intenzione di ripararla o acquistarne un’altra. 
  • Ha una vera e propria passione per il cartone animato giapponese Dragon Ball, sembra che il cantante sia capace di parlare dei suoi eroi preferiti anche per ore intere!
  • Gli artisti che lo hanno ispirato nel suo percorso musicale sono vari: Manu Chao, Dr Dre, Eminem, tutti grandi nomi insomma. 

Concorrenti di Sanremo

Vallette di Sanremo



Seguici sul nuovo profilo instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DISCLAIMER Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarcelo via email e saranno immediatamente rimossi.
Privacy Policy

Copyright © 2019 P.IVA  02204400440

Continuando a utilizzare questo sito accetti i termini e condizioni di utilizzo. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi