Paul Gascoigne: Chi è, Età, Figli, Dipendenze e Storia dell’ Ex Calciatore

Pubblicato il

Paul Gascoigne

Paul John Gascoigne, detto “Gazza”, è un allenatore di calcio ed ex centrocampista inglese di 53 anni. Noto per il suo talento calcistico e per i suoi problemi di alcol, droga e disturbi psichici, è conosciuto in Italia per aver giocato nel Lazio dal 1992 al 1995. Paul Gascoigne è ufficialmente uno dei naufraghi de L’Isola dei Famosi 2021, condotto da Ilary Blasi, con inviato speciale Massimiliano Rosolino.

Chi è Paul Gascoigne? 

  • Nome: Paul John Gascoigne
  • Soprannome: Gazza
  • Segno Zodiacale: Gemelli
  • Età: 53anni
  • Data di nascita: 27 maggio 1967
  • Luogo di nascita: Gateshead (Inghilterra)
  • Professione: allenatore ed ex centrocampista
  • Altezza:177 cm
  • Peso:74 kg
  • Tatuaggi: diversi, tra cui il nome della sua ex moglie Sheryl sull’avambraccio destro, e il volto della figlia Bianca sulla schiena
  • Profilo Instagram Ufficiale:@paul_gascoigne8
  • Seguici nel nostro profilo Instagram Ufficiale: @chiecosa.it

Biografia Di Paul Gascoigne Detto Gazza

Paul John Gascoigne nasce il 27 maggio del 1967 a Gateshead, in Inghilterra. Figlio di un manovale (John) e di un’operaia (Carol), il talento calcistico del giovane Gascoigne viene notato da diversi talent scout quando va ancora a scuola. Entra nella squadra giovanile del Newcastle, ma non riesce ad esprimere al meglio il suo talento a causa del sovrappeso e dello scarso impegno. Paul viene, infatti, descritto come un ragazzo instabile e ribelle, forse a causa della situazione non facile vissuta nei primi anni di vita.

Impegnato in ambito calcistico fino al 2004, Gazza vanta anche diverse presenze nella nazionale inglese, ed è noto in Italia per essere stato titolare nella Lazio dal 1992 al 1995.

É stato sposato dal 1996 al 1998 con Sheryl, da cui ha avuto un figlio: Regan.

Sono noti i suoi problemi di abuso di alcol e sostanze stupefacenti, nonché i suoi problemi di ansia e depressione che lo hanno portato a tentare il suicidio nel 2008.

Dopo decenni di problemi con le droghe, la legge e la sua psiche, Paul Gascoigne è pronto ad approdare a L’Isola dei Famosi 2021 in Honduras, condotto da Ilary Blasi.

Paul Gascoigne Infanzia travagliata

I primi anni di vita di Paul non furono felici e semplici. Prima dei suoi 10 anni, la famiglia Gascoigne viveva in una stanza, con un unico bagno, in una casa popolare; la famiglia si traferì più e più volte ma mai trovando una sistemazione migliore. Nel 1997 il padre si ammala di una grave forma di epilessia, e il piccolo Paul ne risente iniziando a sviluppare i primi disturbi psichici, tanto da intraprendere diverse terapie.

All’età di 15 anni Paul sviluppa una dipendenza dal gioco d’azzardo, precisamente dalle slot machine; nonostante ciò, nello stesso periodo prende la decisione di prendersi in carico, economicamente, la sua famiglia. Decide quindi di buttarsi seriamente nell’attività calcistica professionale.

Moglie, Ex Moglie e Vita privata

Paul Gacoigne è stato sposato con Sheryl dal 1996 al 1998, da cui ebbe un figlio; inoltre ha adottato i figli che lei ebbe da un matrimonio precedente.

Il figlio di Paul, Regan, ha avuto più di un problema con il padre, affermando anche di volere il padre fuori dalla propria vita, salvo poi pentirsene. Ora i rapporti fra i due sono tornati sereni, come lo sono del resto quelli con i figliastri Bianca Gascoigne e Mason, figli di Sheryl e adottati poi legalmente dal Gazza.

Non mi sono sposato per poi divorziare e mi ci sono voluti sei anni per superare la cosa. A livello emotivo, è stata davvero dura e da allora sono più di 31 anni che sono single. Se incontrassi la persona giusta, inizierei una storia, ma non l’ho ancora incontrata

Tossicodipendenza, alcolismo e tentato suicidio

Paul Gascoigne, fin dalla giovinezza, ha sempre abusato di droga e alcol. Nel maggio del 2007, a 40 anni, viene operato d’urgenza per un’ulcera perforante, risultato dell’abuso d’alcol.

L’anno dopo, i problemi di ansia e depressione, che si porta dietro dall’età di 10 anni, lo portano ad essere soggetto al TSO; viene ricoverato in ospedale, scortato dalla polizia inglese, e vi rimane per 3 giorni. Dopo le dimissioni ospedaliere, però, il suo stato mentale si aggrava e lo porta a tentare il suicidio in un hotel di Londra.

Nel giugno del 2008, viene internato in clinica, periodo durante il quale è soggetto anche a delle allucinazioni dovute alla crisi epatica in corso, aggravate dall’abuso esagerato di Red Bull, l’ex calciatore ha dichiarato di riuscire a berne anche 60 al giorno.

É il natale, sempre del 2008, quando a Gazza viene concesso di passare le festività in famiglia; questo però non accade perché Paul non ritorna dalla famiglia ma fa perdere le sue tracce. Viene poi ritrovato solo ed ubriaco in hotel della zona.

Gazza 1

Gazza: arresti, crollo finanziario e malattia

Paul viene arrestato, nel 2008, per aver deliberatamente rotto il cellulare di un fan che gli aveva chiesto una foto.

Passano due anni, e nel 2010, decide di sottoporsi a crioterapia: procedura che impiega l’uso del ghiaccio per far abbassare velocemente la temperatura corporea, per alleviare le crisi d’ansia. Nello stesso anno rifiuta l’incarico da allenatore e si ritrova senza più un conto in banca e senza casa, di fatto un senzatetto.

Viene nuovamente arrestato a fine 2010 per possesso di droga.

É vittima di una grave forma di crisi cardio-respiratoria nel 2013, e viene ricoverato in Arizona in una clinica, pagata da amici ed ex colleghi; la situazione però peggiora e Gazza entra in coma. Nel marzo 2013, la crisi fisica sembra scongiurata e Gazza dichiara:

Voglio tornare alla realtà … voglio guarire

Dopo alcuni mesi in cui sembra essersi ripreso dall’abuso di alcol e droghe, viene arrestato per aggressione nei confronti della sua ex moglie. Prima di presenziare in tribunale per l’accaduto, viene ritrovato per la strade londinesi: ubriaco, e con ancora delle bottiglie da consumare, viene cacciato da un hotel per comportamento molesto.

Nel 2014 viene annunciato il ritorno in ambito calcistico di Gascoigne; poche ore prima di questa notizia, però, viene notificato un suo ulteriore ricovero: viene trovato in stato di semi-incoscienza e ubriaco vicino alla sua abitazione.

La riabilitazione di Gazza

Nell’ultimo anno, Gazza, ha dichiarato di essere uscito dal tunnel della droga e dell’alcol. Ha raccontato di essersi sottoposto ad una delicata e costosa operazione, che difatti gli impedisce di abusare di sostanze alcoliche e stupefacenti.

Mi sono sottoposto ad un intervento in Australia quasi due anni fa: mi hanno cucito, all’interno dello stomaco, dei pellet che creano un dolore fortissimo se bevo troppo. Posso bere una birra o un bicchiere di vino, ma se esagero, o se prendo superalcolici o droghe, nel mio organismo viene scatenato un dolore lancinante. Ho speso circa 20 mila sterline , ma ne è valsa la pena.

L’ex calciatore inglese si dice difatti guarito e pronto ad una nuova avventura: quella dell’Isola dei Famosi.

Sono una persona nuova, più felice e a mio agio con me stesso: sono riuscito anche a fare una vacanza a Tenerife, la prima da 15 anni a questa parte. Una volta non riuscivo a gestire la pressione dei paparazzi, coi social media la situazione è anche peggiorata, eppure sono talmente sereno che non sento più neanche il bisogno di nascondermi

Gazza 2

Gli Esordi

All’età di 18 anni, dopo essere stato nelle giovanili del Newcastle, entra nella prima squadra dello stesso club. Rimane con il Newcastle fino al 1988, segnando 25 reti nelle sue 104 presenze.

Nel 1988 fa parte del Tottenham Hotspur, rimanendoci per 3 anni; questa esperienza lo fa crescere tecnicamente, è infatti questo il periodo in cui Gascoigne raggiunge l’apice della sua carriera. Purtroppo, nel 1991, si infortuna gravemente al ginocchio, episodio che lo porta a non poter prendere parte alla stagione seguente, proprio quando avrebbe dovuto iniziare a giocare per la Lazio.

Paul Gascoigne alla Lazio

È il 1992 quando il venticinquenne Paul Gascoigne approda alla Lazio. Esordisce con la maglia biancoceleste il 27 settembre del 1992 contro il Genoa. Conquista subito un posto da titolare e si emoziona fino alle lacrime per il suo primo goal con la Lazio.

Anche durante l’esperienza in Italia, Paul si infortuna; durante un allenamento si scontra violentemente con Alessandro Nesta, il risultato è una frattura scomposta di perone e tibia destri. Rimane fermo per un anno, e torna in campo nel 1995, ultimo anno per lui in casa Lazio.

Ecco un video delle prodezze di Gazza alla Lazio.

La Carriera stellare di Gascoigne e la Nazionale Inglese

Paul ha 28 anni quando entra da titolare nei Rangers (squadra scozzese); più maturo e regolare, in Scozia trova stabilità e costanza nel gioco. Regalando sempre momenti stravaganti e divertenti durante le partite, Gazza, “ripulisce” la sua immagine da ribelle, irriverente e incostante, e vince due campionati, la coppa scozzese e il torneo nazionale.

Viene convocato in nazionale per la prima volta nel 1988, facendosi notare per il suo carattere esuberante, durante il mondiale del 1990. Dopo varie presenze, chiude la carriera in nazionale nel 1998, quando non fu convocato per il Mondiale in Francia.

Il decennio 1990-2000 è caratterizzato per il giocatore da diversi cambi squadra; si sposta dal Middlesbrough, all’Everton al Burnley, tutti in terra britannica.

Il Gazza chiude la sua carriera nel 2004, quando gioca la sua ultima partita con il Boston United.

Carriera da allenatore di Paul Gascoigne

Dopo la carriera da centrocampista, Paul comincia ad allenare. È il 2005 quando allena per soli 2 mesi l’Algave United, in Portogallo; dopo i 2 mesi da mister, a Gazza non viene fatto alcun tipo di contratto, e così abbandona l’esperienza. Torna, nello stesso anno, in patria inglese, allenando il Kettering Town. I problemi con l’alcol però lo fanno desistere solo 39 giorni: viene sollevato dall’incarico per problemi comportamentali dovuti proprio all’abuso di alcol e droghe.

Paul Gascoigne all’ Isola dei Famosi 2021

Dopo aver superato gli esami fisici del caso, Paul Gascoigne, è stato ufficializzato come naufrago de L’Isola dei Famosi 2021. A condurre il programma sarà Ilary Blasi, con inviato speciale Massimiliano Rosolino. Opinioniste d’eccezione: Elettra Lamborghini e Iva Zanicchi. Alla sua prima esperienza in un reality show, seguiremo l’ex centrocampista alle prese con la vita da naufrago

Come ogni naufrago, anche Paul potrà portare in Honduras tre oggetti. L’ex calciatore ha scelto: una coperta, un cuscino e una tazza. Gascoigne ha inoltre dichiarato:

Se vincerò darò il montepremi a un’associazione no profit che ha fondato la mia famiglia in ricordo di mio nipote

Paul si sta cimentando in alcune prove di italiano, nella terza puntata rispondendo esattamente alle traduzioni è riuscito a portare ai suoi compagni un wurstel da dividere e un fiammifero.

Tutti i Concorrenti Naufraghi

I concorrenti ufficiali dell’Isola dei Famosi 2021 sono:

Paul Gascoigne Instagram

Il Gazza su instagram conta 274 mila follower, con il quale condivide i ricordi da centrocampista, la sua passione per lo sport e i suoi pensieri. Ha avuto una grande carriera e gli piace celebrarla e ricordarla anche attraverso i social.

Gazza Insta

 

Tatuaggi Paul Gascoigne

Paul Gascoigne ha diversi tatuaggi sul corpo:

  • Delle mani giunte, in bianco e nero, sul pettorale sinistro;
  • Sempre delle mani giunte, ma a colori, sull’avambraccio interno destro;
  • Il nome della ex moglie Sheryl, sull’interno del braccio destro;
  • Un filo spinato sul braccio destro;
  • La scritta “I fear not” in giapponese sulla pancia;
  • La scritta “LOVE” sul basso ventre;
  • L’immagine del volto della figlia Bianca sulla schiena;
  • Una pantera nera sul braccio sinistro;
  • Una rosa rossa con una farfalla blu e due cuori accanto, sull’avambraccio sinistro.

Curiosità su Paul

  • il suo doppio nome, Paul John, è un omaggio agli storici membri dei Beatles: Paul McCartney e John Lennon;
  • Gazza è stato cacciato da un concerto degli Iron Maiden in Ungheria, a causa del suo comportamento molesto a causa dell’alcol;
  • Ama andare in bicicletta e la pesca;
  • Ha scritto un 2 libri biografici: Gazza: My Story (2004) e Being Gazza: Tackling My Demons (2006);
  • Quando , prima di un’operazione, gli chiesero la sua nazionalità, rispose all’infermiera “Chiesa d’Inghilterra”;
  • una volta si fermo con la macchina e ne uscì per chiedere ad un operaio di poter usare la sua trivella pneumatica, che effettivamente utilizzò per trivellare (divertendosi) il marciapiede.

Paul Gascoigne Video

Nel 2015 viene prodotto un documentario, firmato da Jane Preston, sulla travagliata vita dell’ex centrocampista. Uscito già da tempo, il documentario è da poco disponibile su Amazon Prime, eccone il trailer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DISCLAIMER Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Testi o immagini inseriti in questo blog possono essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, inviate via mail una richiesta di rimozione.

Cambia Impostazioni Privacy - Privacy Policy - P.IVA 02204400440