Can Yaman: Musica Italiana, Cucinare e Colazione Salata, le sue Passioni!

Aggiornato il

Can Yaman: Musica Italiana, Cucinare e Colazione Salata, le sue Passioni!

Can Yaman: ecco le sue passioni, adora fare colazione a modo suo e ascoltare i cantautori italiani

In un’intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni Can Yaman racconta quali sono le sue passioni e come è nata l’idea di un’autobiografia. A soli 32 anni Can è un vero e proprio divo, con moltissime fans e una fama che ha ben presto raggiunto una dimensione internazionale.

Can Yaman: la colazione, la musica

Can Yaman racconta dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni alcuni aspetti della sua routine. Can odia svegliarsi presto, questo è uno dei suoi “talloni d’achille”, sopratutto perché svegliandosi presto non riesce a fare una colazione come desidera. La sua colazione non è fatta di cornetto e cappuccino “all’italiana” ma ama mescolare dolce e salato, il tutto con moltissimo caffè.

Alzarsi presto ha per Can un’altra controindicazione: lui è una di quelle persone che appena sveglio per un’ora circa non vuole sentire niente e rilassarsi..e questo non è possibile quando le convocazioni sul set sono presto, magari alle sei di mattina!

Can racconta anche come in questo periodo il suo interesse musicale sia concentrato sulla musica italiana: Claudio Baglioni, Renato Zero, Vasco Rossi ed Eros Ramazzotti. In generale invece adora ascoltare musica che mixa generi diversi. D’altronde lui stesso è un agglomerato di diverse culture (padre di origini albanesi, madre turca, lui studia al liceo italiano) per cui non poteva che apprezzare le contaminazioni.

Leggi Anche: Can Yaman, ecco l’ascendente, la vera data di nascita e il tema Natale

La passione per la cucina e i fornelli

In questi giorni è in un uscita nelle librerie il libro di Can Yaman, un’autobiografia dal titolo Sembra strano anche a me. Can nell’intervista parla di come il libro racconti chi lui sia stato prima di diventare un’attore. Dall’infanzia al successo il passo è stato quasi breve e nel libro ne parla mettendo in prima persona tutti i suoi ricordi.

In particolare Can nell’intervista racconta come la madre lavorasse molto ( amministrativa in un’azienda, si svegliava alle cinque e stava fuori tutto il giorno) e nonostante fosse un’ottima cuoca non aveva molto tempo da dedicare alla cucina. Diversamente quando è andato a vivere con li padre (dopo la separazione dei genitori) ha coltivato la sua passione per i fornelli. Can infatti dice di sé di essere un’ottimo cuoco: dalla nonna paterna ha imparato a cucinare i Borek (piatto tradizionale con formaggio e pasta arrotolata) con l’impasto a mano, e oltre a saper cucinare i piatti tradizionali turchi, Can ha una vera e propria capacità che è quella di aprire il frigo e riuscire a cucinare pietanze con quello che trova!

Ti potrebbe Interessare Anche: 

Articolo di

Tag #can yaman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.