Chi è Mikaela Calcagno: età, lavoro, biografia, discussioni

Mikaela Calcagno è una delle telegiornaliste sportive della Mediaset che più fa discutere. Famosa per le sue domande provocatorie e le sue battute irriverenti, la Calcagno è una protagonista nelle discussioni che si creano durante le sue trasmissioni. Difatti ha collezionati diversi battibecchi: con Roberto Mancini, Massimiliano Allegri e molti altri.

Chi è Mikaela Calcagno?

  • Età: 44 anni
  • Data di nascita: 30 Novembre 1973
  • Segno Zodiacale: Sagittario
  • Luogo di nascita: Imperia
  • Altezza: 1,74 cm
  • Peso: 65 kg
  • Tatuaggi: nessuno
  • Profilo Instagram Ufficiale: @mikaelacalcagno
  • Seguici sul nostro profilo Instagram Ufficiale: @chiecosa.it

Che lavoro fa?

Da sempre appassionata di Sport, Mikaela Calcagno ha avuto un passato da fotomodella prima di ripiegare nel mondo del giornalismo. La stessa carriera iniziata, ad esempio, da altre sue colleghe come Eleonora Boi o Diletta Leotta. La Calcagno inizia ad apparire in televisione nel programma “Il derby del martedì” in un’emittente ligure “Telenord”, per poi passare a RomaUno tv dove si fa conoscere per la sua intraprendenza nel curare servizi speciali sportivi.

Nel 2005 appare nelle reti Mediaset, passando per Studio Sport e Domenica Stadio; prima di iscriversi ufficialmente nell’Albo dei giornalisti.

Nel 2008 la Calcagno passa alle reti sportive di Mediaset Premium dove ottiene molto successo grazie alle sue competenze; soprattutto calcistiche. Qui conduce programmi come “Serie A Live” e “Speciale Calciomercato”; rendendosi protagonista anche dello speciale Premium dedicato all’Europa League.

Diventa, così, una delle telegiornaliste più amate ma anche una delle più irriverenti, facendosi apprezzare per le sue spiccate doti comunicative.

Biografia

Mikaela Calcagno nasce ad Imperia il 30 Novembre 1973. Fin da piccolissima, la Calcagna si appassiona al mondo dello sport, praticandolo per diversi anni prima di diventare una vera e propria professionista del settore. La telegiornalista sportiva ha praticato calcio, anche se la madre non è mai stata d’accordo con la sua scelta: difatti, Mikaela ha ripiegato successivamente nell’atletica leggera; sport che ha esercitato per oltre 11 anni. Oggi la bella telegiornalista Mediaset dichiara di seguire sempre il calcio, anche nella vita di tutti i giorni e nello stesso tempo dichiara di non aver abbandonato lo sport: difatti, Mikaela frequenta spesso la piscina. Lo sport, in generale – dice la Calcagno – è un ottimo strumento per la formazione del carattere, della competitività e del gioco di squadra.

Persona molto fedele e credente, la Calcagno è impegnata con l’ex arbitro, politico e dirigente sportivo Gianluca Paparesta; con il quale ha intrecciato una relazione molto intensa.

Litigi e discussioni della Calcagno

Una delle caratteristiche che più diverte – o, al contrario, infastidisce – della nota telegiornalista sportiva di Mediaset, è la sua capacità di indurre in difficoltà gli intervistati dei suoi programmi. Le sue domande pressing, il suo controllo sulla gestione delle interviste e la sua sicurezza hanno provocato molti litigi e discussioni durante le sue trasmissioni. Diversi sono stati, infatti, gli allenatori e i calciatori che hanno avuto battibecchi con Mikaela Calcagno: da Massimiliano Allegri a Roberto Mancini, fino a Sinisia Mihajlovic.

In un’intervista, la Calcagno ha sottolineato che il suo approccio – spesso aggressivo – non è affatto studiato. Le sue domande non sarebbero provocatorie – stando a quanto dichiara la telegiornalista sportiva – ma essenzialmente improntate nel cercare di porre degli interrogativi critici quando serve e, soprattutto, cercare di informare il pubblico di ogni particolarità o scelta sportiva di una squadra. Si dice favorevole alla Moviola in campo e, soprattutto, sottolinea l’importanza di evidenziare gli errori di gioco; perché fondamentali per comprendere le vicissitudini calcistiche.

Video di Mikaela Calcagno



Seguici sul nuovo profilo instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *