Chi è Maria Elena Boschi: Biografia, Età, Carriera, Fidanzato Giulio Berruti e Instagram

Pubblicato il

Maria Elena Boschi è una nota politica italiana, capogruppo di Italia Viva alla Camera dei deputati. Avvocato di professione, la Boschi, è la prima donna a ricoprire il ruolo di Sottosegretaria di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri, per il governo Gentiloni. Renziana convinta, è  sempre al fianco del leader di Italia Viva Matteo Renzi. Impegnata con l’attore Giulio Berruti, Maria Elena ha da poco festeggiato i suoi 40 anni.

Chi è Maria Elena Boschi?

  • Nome: Maria Elena Boschi
  • Segno Zodiacale: Acquario
  • Età: 40 anni
  • Data di nascita: 24 gennaio 1981
  • Luogo di nascita: Montevarchi (Arezzo)
  • Professione: avvocato e politica
  • Altezza: 170 cm
  • Peso: 57 Kg
  • Tatuaggi: nessuno
  • Profilo Instagram Ufficiale: @mariaelenaboschi_official
  • Seguici nel nostro profilo Instagram Ufficiale: @chiecosa.it

Biografia

Maria Elena Boschi nasce a Montevarchi, in provincia di Arezzo, il 24 gennaio del 1981, da Pierluigi Boschi e Stefania Agresti. Il padre è il dirigente provinciale della Coldiretti, membro del Consiglio della Camera di Commercio di Arezzo e titolare dell’impresa agricola “Il Palagio”, mentre la madre è dirigente scolastico ed esponente regionale attivo del Partito Democratico. Maria Elena cresce a Laterina, sempre nella provincia di Arezzo, dove è ben inserita nella vita parrocchiale, è infatti chierichetta, catechista e anche volontaria. Si diploma al liceo classico di Arezzo con il massimo dei voti e si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza all’Università degli Studi di Firenze. Si laurea con 110 e lode e diventa cultore della materia della cattedra di diritto commerciale, sempre a Firenze, dove consegue poi un master in diritto societario. Svolge la pratica da avvocato a Firenze e nel 2008 entra in politica: è portavoce di chi sostiene Michele Ventura (PD) contro il presidente della Provincia di Firenze Matteo Renzi. É proprio con quest’ultimo che la Boschi instaurerà un forte rapporto politico che la renderà nota in tutta Italia.

Nel 2013 diventa ministro senza portafoglio per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento per il governo di Matteo Renzi. Da lì  poco le viene data la delega all’attuazione del programma del governo renziano e nel 2016 anche quelle delle pari opportunità e quelle per le adozioni internazionali.

Celebre è l’impegno della Boschi per la cosiddetta legge elettorale Italicum, che approvata dal Senato e dalla Camera, viene rigettata nel 2016 con il 60% di voti contro dati dal referendum costituzionale.

Sempre nel 2016 diventa la prima donna a ricoprire il ruolo di Sottosegretaria di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri (governo Gentiloni) e nel 2019, dopo essere stata rieletta con il PD, lascia il partito per aderire ad Italia Viva, con a capo Renzi, di cui diviene capogruppo alla Camera.

Il nome della Boschi, oltre che per i meriti politici, viene anche riconosciuto a causa di alcune controversie legali che l’hanno vista coinvolta, come il caso di Banca Etruria (2015-2020) o il caso del petrolio in Basilicata.

Legata sentimentalmente dal 2020 all’attore Giulio Berruti, attualmente Maria Elena Boschi è capogruppo alla Camera per Italia Viva.

Carriera politica

È il 2008 quando entra in politica, in veste di portavoce di chi sostiene Michele Ventura (PD) contro il presidente della Provincia di Firenze Matteo Renzi. Quando il candidato Renzi vince le elezioni e diventa sindaco del capoluogo della Toscana, la Boschi intraprende un rapporto politico che si farà sempre più solido, diventando una figura di spicco del team renziano.

In occasione delle elezioni politiche del 2013, Maria Elena si candida alla Camera dei deputati per la Circoscrizione Toscana, venendo eletta e diventando in seguito membro e Segretaria della I Commissione Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni della Camera dei Deputati. Quando poi Matteo Renzi, vince le elezioni politiche, la Boschi diventa  membro delle Segreteria Nazionale del PD, in veste di Responsabile delle Riforme Istituzionali. È il 2014 quando, dopo la caduta del Governo Letta (da cui Nunzia De Girolamo rassegnò le dimissioni), la Boschi viene nominata ministro senza portafoglio per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento per il governo di Renzi. Da lì  poco le viene data la delega all’attuazione del programma del governo renziano e nel 2016 anche quelle delle pari opportunità e quelle per le adozioni internazionali.

Boschi carriera

Insieme al premier Renzi, la Boschi, è nota per aver ideato la proposta di modifica costituzionale riguardante la riforma del senato, in modo da raggiungere il bicameralismo perfetto; il testo della proposta della proposta, dopo essere stato approvato dal Senato e dalla Camera, la celebre riforma, conosciuta come Italicum, viene respinta al referendum costituzionale del 2016. Nello stesso anno diventa la prima donna a ricoprire il ruolo di Sottosegretaria di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri per il governo Gentiloni e nel 2019, dopo essere stata rieletta con il PD, lascia il partito per aderire ad Italia Viva, con a capo Renzi, di cui diviene capogruppo alla Camera, ruolo che ricopre tutt’oggi.

Carriera: avvocato e docente

Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza ed essersi specializzata in diritto societario, Maria Elena Boschi, lavora in uno studio legale a Firenze, nello specifico come avvocato civilista specializzata in: diritto societario e dell’impresa, diritto delle società quotate e diritto bancario. Diventa membro della commissione esaminatrice di diritto civile a Firenze e membro del consiglio d’amministrazione di Publiacqua.

Nel 2019 ottiene la cattedra universitaria di Jean Monnet all’Università Europa di Roma, con un corso incentrato sulla figura femminile all’interno della sfera politica, amministrazione pubblica e nelle attività d’impresa.

Controversie legali

Banca Etruria

Quando nel 2015, il Movimento 5 Stelle richiede una mozione di sfiducia a causa del decreto  “salva banche”, tra le banche interessate dal suddetto decreto vi si ritrova la Banca Etruria, di cui il padre di Maria Elena era vicepresidente. Ritenuta in qualche modo coinvolta, la Boschi, non è mai stata effettivamente indagata in quanto, nel 2020 l’accusa di bancarotta per il padre viene archiviata e ritenuta irrilevante. L’unica penalità subita da Pierluigi Boschi è stata l’ammenda di 144 mila euro da pagare alla Banca d’Italia per omissioni o errori di segnalazioni alle autorità. L’accusa pubblica a Maria Elena riguarda le “consulenze d’oro”: un presunto pagamento elevato per cercare di capire come fondere la banche in rovina con altri istituti.

Petrolio della Basilicata

Nel 2016, Maria Elena viene invece coinvolta nello scandalo del petrolio in Basilicata. É documentata un’intercettazione telefonica, degli interessati nella questione (Federica Guidi, ministro dello sviluppo economico, e il compagno Gianluca Gemelli), in cui viene detto che la Boschi, a conoscenza dell’illecito, sarebbe disposta a proporre un emendamento a favore del Gemelli.

Boschi illecito

Scandalo del finanziamento illecito

È il novembre del 2020 quando Maria Elena Boschi viene iscritta nel registro degli indagati per la Procura di Firenze con l’accusa di: finanziamento illecito. La ministra (insieme a Matteo Renzi, Alberto Bianchi, Marco Carrai e Luca Lotti) attraverso la Fondazione Open, avrebbero ricevuto dei finanziamenti illeciti in maniera continuativa. Attraverso l’associazione, dunque, gli indagati avrebbero ricevuto soldi in maniera illecita, allo scopo di finanziare il partito.

Instagram

Con 76,3 mila follower, il profilo instagram di Maria Elena Boschi è attivissimo e ricco degli interessi, passioni, lavori e vita della ministra. Posta spesso foto del suo lavoro, di ciò che ritiene positivo o negativo per il paese, ma anche le vacanze con gli amici e il compagno.

 

Boschi Insta

Fidanzato Giulio Berruti

Maria Elena Boschi, in passato, è stata legata all’attore Andrea Bruno Savelli per 4 anni.

Dal 2020, invece, la Boschi è legata all’attore Giulio Berruti. I due, più innamorati che mai, postano video e foto sui social, delle loro vacanze e delle loro giornate insieme.

Boschi fida

 

Giulio Berruti ha recentemente dichiarato che

La prima sera in cui si è fermata da me mi ha chiesto di pregare per le persone che soffrono. Noi ci confrontiamo molto. Non avrei mai pensato di innamorarmi di una persona che facesse politica

Curiosità

  • Ha due fratelli: Emanuele (commercialista) e Pierfrancesco (ingegnere civile);
  • Ha partecipato sia alla Giornata della gioventù di Parigi (1997) e a quella a Roma nel 2000;
  • È stata membro della direzione cittadina del Partito Democratico di Firenze;
  • Ha posato come modella per la rivista Maxim;
  • Nel 2018 ha scritto un libro, insieme a Elena Luviso ed Elena Marinucci, dal titolo: Donne in gioco 2.0 e legalità;
  • per la sua alleanza con Matteo Renzi è stata aspramente criticata da Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Maria Elena Boschi Video

Ecco un’intervista di Maria Elena Boschi rilasciata a Myrta Merlino, durante il programma di LA7: L’Aria Che Tira.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DISCLAIMER Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Testi o immagini inseriti in questo blog possono essere tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, inviate via mail una richiesta di rimozione.

Cambia Impostazioni Privacy - Privacy Policy - P.IVA 02204400440