Daydreamer Le Ali del Sogno: Anticipazioni 24 – 28 Maggio Ultima Puntata

Pubblicato il

Daydreamer Le Ali del Sogno: Anticipazioni 24 – 28  Maggio Ultima Puntata

Anticipazioni Daydreamer Le Ali Del Sogno (Erkenci Kus il titolo originale): tutte le anticipazioni e i riassunti delle puntate divisi per giorno e settimane della serie Tv che va in onda su Canale 5. Inoltre potete anche vedere le puntate di Daydreamer in replica streaming su Mediaset Play. I protagonisti sono Can Yaman, nel ruolo di Can Divit, e Demet Ozdemir nel ruolo di Sanem Aydin. L’ultima puntata di Daydreamer  va in onda a fine maggio.

Anticipazioni Daydreamer Ultima Puntata 21 – 28 maggio ultima puntata

Il riassunto e le anticipazioni del gran finale di Daydreamer con l’ultima puntata in video e testo.

Sanem, dopo aver detto a Can che non deve sentirsi in colpa per quel che le era successo dopo la sua partenza non ha voluto baciarlo, ma se ne è andata via.

Il mattino seguente Sanem lascia la tenuta dopo aver ringraziato Mihriban e averle detto che per lei è meglio stare lontano da lì. Mihriban con le lacrime agli occhi le dà le chiavi del cottage, dove aveva vissuto fino a quel momento, dicendole che quella è sempre casa sua.

Sanem torna nel suo quartiere dove viene accolta da Mevkibe alla quale dice di essere tornata a casa . La madre l’abbraccia felice, ma preoccupata, mentre Nihat è euforico per averla di nuovo vicino. Leyla le chiede il motivo del ritorno e Sanem le dice che in quel momento non le importa né dell’Agenzia né di Can, che dopo tutto quel che è successo è stanca ed ha bisogno di allontanarsi da tutto.

Can è pronto per andare in Agenzia e cerca Sanem per andare insieme, non vedendola la va a cercare al cottage che vede vuoto e chiuso. Giunto in Agenzia la cerca , ma lei non c’è e non risponde al telefono. Tutti notano che è molto distratto e non si concentra sui problemi dell’Agenzia. Arriva Emre che gli dice che Sanem è tornata a casa per sempre e ha lasciato l’Agenzia e la campagna pubblicitaria delle sue creme. Can , visibilmente perplesso gli risponde che è molto confuso.

Nel frattempo Sanem dice al padre che da quel momento si occuperà del loro negozio come faceva un tempo. Sanem sembra entusiasta, ma si rattrista quando ripensa a tutti i momenti passati in quel posto. Tutti i clienti e i vicini le esprimono la loro contentezza per il suo ritorno.

In Agenzia c’è una riunione con Aycha ma Can ha la mente assente e immerso nei suoi pensieri mette velocemente fine all’incontro e se ne va lasciando i cuoi collaboratori in imbarazzo.

Can raggiunge Sanem al negozio e le chiede perché se ne è andata. Sanem gli dice di essere stanca di cercare di fargli ricordare il passato e che è tornata a casa per riprendere la vita che aveva prima. Aggiunge che nonostante gli sforzi di entrambi le cose tra loro non hanno funzionato ed ora ognuno deve andare avanti con la propria vita. Così si lasciano entrambi molto tristi.

Mentre sta guidando Can improvvisamente ha dei ricordi di quando stavano insieme ad Agva, mentre al negozio Sanem piange ricordando i loro momenti insieme.

Il giorno seguente Sanem e Nihat pensano di ampliare gli affari iniziando a fare consegne a domicilio, Sanem compra un motorino e si incarica delle consegne che svolge velocemente anche se spesso viene riconosciuta come l’autrice di un famoso libro e le chiedono un autografo.

Can e i suoi collaboratori si recano alla presentazione del loro lavoro presso l’Azienda di Aycha, Can anche qui è molto distratto e deve essere sollecitato da Deren a fare la presentazione che riscuote molto successo presso i dirigenti. Prima di andare via Aycha gli dice che se ha problemi possono rimandare la scalata, ma Can risponde che lui non andrà, al che la ragazza gli dice che se lui vuole lei è pronta a stargli vicino.

Can è andato sulla scogliera a riflettere, in quel momento passa Sanem in motorino che vedendolo cade a terra, Can corre a soccorrerla e vuole chiamare un’ambulanza. Sanem rifiuta e fa finta di non conoscerlo e di aver perso la memoria cadendo. Chiaramente Can non le crede e iniziano a bisticciare fin quando lei non se ne va gridando di non conoscerlo.

Can torna in Agenzia e qui viene raggiunto da Aycha che annuncia che hanno vinto la gara di assegnazione della campagna e invita tutti ad una festa che si terrà presso la sua villa quella stessa sera e che Sanem come creatrice delle creme sarà l’ospite d’onore. Emre chiede a Can di andare ad invitare Sanem personalmente visto che non risponde al telefono. Can si reca al negozio dove sono presenti anche i genitori di Sanem, la ragazza come lo vede si precipita ad intercettarlo per evitare che racconti loro dell’incidente. Evitato a fatica l’argomento Sanem rifiuta di andare alla festa dicendo che sarà rappresentata da leyla. Sulla via del ritorno Can chiama Emre e gli dice che Sanem non sarà presente e che non le importa della campagna e di tutti i loro sforzi per portare le creme sul mercato. Aggiunge che anche lui ha sofferto, che è stanco e e che vuole andarsene.

Leyla ed Emre, elegantissimi, sono pronti per andare alla festa e Leyla si lamenta con la madre per l’assenza di Sanem, mentre Mevkibe è molto contenta della frattura che si è creata tra la figlia e Can, tanto da dire che sarebbe rimasta delusa se avesse accettato l’invito.

E’ sera e si sta svolgendo la festa nell’elegante villa di Aycha, che come arriva Can gli si fa incontro per accoglierlo, in quel mentre arriva Sanem piena di buste perché ha ricevuto un ordine proprio da quell’indirizzo. L’ordine anonimo è stato inviato da Ceycey intenzionato a farla partecipare a tutti i costi. Sanem, sorpresa e imbarazzatissima nel trovarsi in una festa elegante vestita sportiva, viene presentata e applaudita dai presenti. Lei vuole andarsene ma viene trattenuta perché ormai tutti sanno che è lei la creatrice elle creme e deve rimanere. Can quando la vede è molto sorpreso mentre Aycha ne è infastidita. Mevkibe scopre che l’indirizzo della consegna è lo stesso della festa e infastidita che Sanem si possa incontrare con Can le telefona e le ordina di tornare subito a casa per cui lei decide di andarsene. Aycha chiede a Can di allontanarsi con lei dalla festa e di andare insieme altrove a passare la serata, Can rifiuta e se ne va, raggiunge Sanem che sta salendo sul motorino e le chiede di rimanere, ma quando Sanem gli chiede il perché lui dice di non sapere quel che prova. Sanem allora gli dice che nel suo cuore lui conserva una traccia di lei , ma che questa presto svanirà, che lui è un albatros, ma che purtroppo non è il suo albatros poi se ne va lasciandolo sempre più confuso.

Tornata a casa Sanem dice ai suoi genitori che ha bisogno di una vacanza e che l’indomani partirà. Infatti il mattino seguente Sanem saluta tutti e se ne va, Can che sta sopraggiungendo con la macchina la vede salire su un taxi e la segue. Arrivata in stazione Sanem sta per partire quando arriva di corsa Can che le chiede di non partire, che lui non la ricorda ma che ha capito che non può vivere senza di lei. Le chiede di avere nuovi momenti insieme e che lui è un uomo fortunato per essersi innamorato una seconda volta della stessa donna. Sanem non risponde lo guarda e all’improvviso lo bacia. Can e Sanem finalmente riuniti e felici passano la giornata al parco e Can le dice che lui si innamorerà di lei continuamente fino alla fine della sua vita. Poi, tra baci e coccole organizzano il loro viaggio in barca intorno al mondo.

Il mattino seguente Can, mentre fa colazione ha diversi improvvisi ricordi della sua vita con Sanem per questo si reca dal dottore con Emre. Qui, , dopo aver verificato l’esattezza dei ricordi, chiede al dottore come mai la memoria gli sia tornata dopo essersi di nuovo innamorato di Sanem. Il dottore risponde che nella sua mente questo amore ha provocato uno shock che gli ha fatto riaffiorare i ricordi e conclude dicendogli che la sua medicina è Sanem.

Tornato in Agenzia Can chiede a Emre di non dire a nessuno del ritorno della memoria perché vuole che Sanem lo capisca da sola. Dopo essersi divertito a provocare Sanem e farla arrabbiare invita tutti per il pomeriggio a casa sua a mangiare le Kofte (polpette di carne cruda)che farà lui stesso. Mentre Can alla tenuta prepara le polpette assistito da Mihriban arrivano tutti e iniziano a ballare. Can ha preparato le polpette inserendoci moltissime spezie piccanti e, una volta a tavola, vuole che Sanem le provi per prima, Sanem al primo boccone si blocca per il piccante e soprattutto per una frase che Can le dice, la stessa che lei gli aveva detto quando le aveva preparate per lui tanto tempo prima. Questo fatto Sanem non lo aveva scritto nel libro quindi capisce che gli è ritornata la memoria, felicissima lo abbraccia e lui la rassicura di ricordare tutto. Più tardi Can chiede a Sanem di sposarlo e le mette al dito un bellissimo anello e si abbracciano finalmente felici tra la gioia e gli applausi di tutti.

Arriva velocemente il giorno del fidanzamento che avviene a casa Aydin secondo le tradizioni con Mihriban che, facendo le veci dei genitori di Can, chiede la mano di Sanem. Nihat , felice della loro riunione dopo tutto quello che era successo, accetta subito e viene svolto il rito degli anelli. Can dice a Sanem che questo è un lieto fine , ma Sanem gli risponde che è solo un’inizio.

Il giorno del matrimonio, dopo la cerimonia, Can e Sanem finalmente felici , accompagnati da amici e familiari commossi , si avviano verso la banchina del molo da cui finalmente partiranno subito con la loro barca per fare il giro del mondo.

C’è un salto temporale che ci mostra un agitatissimo Can che accompagna in sala parto una urlante Sanem che si accinge a partorire i loro tre gemelli .

La storia si chiude con un altro salto temporale che ci fa vedere Can e Sanem felici e innamorati in un giardino mentre giocano con i loro tre bambini, due femmine e un maschio esattamente come entrambi avevano sognato.

Pagine: 1 2 3 4 5

Articolo di

Tag #serie turche

3 commenti

  • Perché in Belgio non possiamo vedere i programmi su Mediaset Play. Siamo emigrati italiani in Belgio e seguiamo tutti i vostri programmi. Allora fate qualcosa per i vostri connazionali. Grazie

  • Effettivamente sono italianissima ma abito in Svizzera. Guarda tutti i giorni Mediaset. Cerco di seguire anche sul computer oppure cellulare. Impossibile perché non si può vedere niente dalla Svizzera. Siamo tantissimi italiani che seguono giornalmente i vostri programmi, informazioni eccetera in TV. Perché non fate un gesto per noi? Non e lo stesso commento di quello che viene dal Belgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *